Roma in fiamme

Franco Forte
Roma in fiamme
Mondadori, 2010
504 pagine
prezzo 20,00
ISBN 978-88-0460-804

Le gesta dei personaggi storici, e in particolar modo di quelli che non sono propriamente attuali, sono mediate dai secoli che li separano dalla nostra percezione. Sia che le loro gesta siano state deplorevoli oppure gloriose, la nostra visione può dunque essere sufficientemente distaccata per analizzarli con obiettività. E questa vale principalmente per gli storici che possono dare una lettura del personaggio basata su fonti e ritrovamenti che a volte non sono di prima mano, ma sono riproposti da chissà quanti rifacimenti. Gli esempi sono innumerevoli.
Franco Forte, che storico non è ma è invece scrittore, si è forse posto questo problema nel tratteggiare il suo Nerone, protagonista del romanzo “Roma in fiamme”, uno dei personaggi storici più ambigui e affascinanti a cui un romanziere può far riferimento. Il vantaggio di un romanziere sullo storico sta proprio nella “libertà” che può prendersi per analizzare i personaggi che la storia ci ha tramandato; la sua efficacia è nel saper utilizzare le informazioni e confezionare una “storia” che sia il più possibile conforme ai dati che si possiedono, ma che al tempo stesso sia affascinante e leggibile. Insomma, il connubio ideale tra informazione e fabulazione, e Franco Forte ha fatto appunto questo.
Il ritratto che ne esce è quello di un Nerone innovatore, sullo sfondo di una Roma imperiale densa di intrighi e passioni sanguinarie; un imperatore le cui gesta sono state sufficientemente complesse e contraddittorie da non permettere mai un’analisi storiografica precisa e definitiva, e che perciò può essere trattato con la forza del romanzo.
Leggere questo romanzo oggi, per molti, potrà anche essere l’occasione per avere la conferma che con il passare dei secoli ciò che muta di meno è proprio l’uomo; basta leggere i nostri giornali e guardare i nostri telegiornali per trovare personaggi politici che fanno spettacolo per guadagnarsi i favori del popolo, che rappresentava lo stile di Nerone. Molti tireranno anche un sospiro di sollievo, in quanto le dissoluzioni della corte di Nerone sono davvero poca cosa se confrontate ai balletti rituali tra i nostri politici e le loro affabili escort.

Giorgio Ginelli

Articolo precedente
Lascia un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...