E-book o libri tradizionali?

Ti siedi in poltrona, stai leggendo il giornale. Sono le 8.30. Chiavi, occhiali, borsa… “Oddio com’è tardi!”, esci; caffè, macchina, traffico, “No grazie, il vetro è pulito”. Giri e vai, vai in redazione e gira, gira, e non ti fermi mai…

Ora finalmente rimani seduto lì, su quella poltrona comoda, stanco morto dalla lunga giornata. Vivi nell’era della digitalizzazione: prendi il tuo e-book e incominci a leggere il tuo romanzo preferito; non puoi sfogliare. Clic, pagina successiva. Il tuo segnalibro è virtuale, bloccato alla pagina 524.  Altro clic, strumento evidenzia, scegli il colore: giallo. Pensi: “Non dà fastidio alla vista”. Sembri soddisfatto della tua scelta…

Centosessant’anni prima, un uomo come te, un tale Alessandro Manzoni: senza macchina e traffico, s’intende. Sedeva in poltrona e leggeva il suo romanzo. A breve ne avrebbe consentito la pubblicazione in edizione definitiva: doveva ricontrollarlo. Prendeva appunti, cancellava, sfogliava e sceglieva; “Bene, dove avevo messo il segnalibro? Pagina 560, perfetto, qui bisognava rivedere alcuni passi”.

Ma vogliamo discutere della comodità di possedere un e-book? Mai un libro cartaceo potrà essere paragonato alla comodità dell’e-book.

Alcuni dicono che si può contenere un’ intera biblioteca di volumi di tutti i generi; consideriamo poi la rapidità di consegna e di aggiornamento dei testi, scaricabili via internet, grazie alle funzioni di ricerca; trovare un argomento o una parola è più semplice e più veloce; è possibile includere suoni, video e animazioni; costi ridotti per tutti; dal momento che non vi sono costi di stampa, di magazzino o di trasporto, gli editori possono ridurre i propri margini di guadagno e questo si traduce in un risparmio anche per i consumatori; possibilità di comprare un capitolo, un gruppo di capitoli di opere divise o persino porzioni di informazioni.

Ma altri dicono che attualmente le periferiche per la lettura degli e-book hanno costi piuttosto elevati, la possibilità di copiare, stampare e distribuire i testi degli e-book è fortemente limitata, tendono a scomparire le figure degli “intermediari”, cioè editori e librerie, la lettura a video è ancora faticosa (25% di leggibilità in meno rispetto alla stampa); non è possibile provare quella sottile soddisfazione dello sfogliare delle “vere” pagine.

Visto però che avere l’e-book porta in conclusione grandi vantaggi, posso dire che averlo sarebbe molto comodo e risparmioso, anche perchè il costo dell’e-book è pressapoco il costo di 5 o più anni di libri spesi per la scuola…

Mattia Gallo, 2A

Articolo precedente
Lascia un commento

1 Commento

  1. ilde

     /  17 maggio 2012

    Sono pienamente concorde con te!
    Avere un libro tra le mani e’ tutt’altra cosa…
    anche se in alcuni casi non disdegnerei un ebook
    certo e’ come mangiare un buon panino o sedersi a tavola per una buona cenetta
    altro gusto…

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...