Siamo noi il nostro futuro

È bene che ognuno di noi si orienti in tutte le possibili direzioni prima di prendere una qualsiasi decisione, in modo da farsi una propria idea dei fatti e non poter essere condizionato da niente e nessuno.
È bene distinguere quindi ciò che ci influenza da ciò che ci aiuta a scegliere.
I mezzi che ci aiutano sono quelli di cui ci avvaliamo per poter comprendere e valutare la realtà, riuscendo a preferire consapevolmente alcune decisioni rispetto ad altre, secondo le nostre aspettative e i nostri pensieri.
Ciò che invece ci influenza è un qualsiasi fattore che concorra attivamente a determinare le nostre decisioni e che potrebbe quindi deviare il nostro parere rischiando di farci prendere decisioni che non ci appartengono.
Fissato questo concetto, la quantità delle decisioni che ci troviamo a dover prendere ogni giorno della nostra vita non è minimamente quantificabile. Si può infatti dire che tutta la vita umana sia basata su scelte che si compiamo.
E ci si ritrova quindi nel pensiero del filosofo Kierkegaard che subordinava l’esistenza e i valori dell’uomo alle scelte che esso compie: ”Nella scelta ne va semplicemente della vita” (cit.).
Ed è la possibilità di scegliere che ci rende liberi di perseguire la strada che più ci si addice e che istituisce il principio alla quale dobbiamo affidarci per prendere decisioni in libertà: noi stessi, il nostro pensiero e il nostro vissuto.
Il mondo di oggi poi, ci offre la più vasta area di aiuti che si possa desiderare.
Possiamo infatti sentirci estremamente fortunati di vivere in quest’epoca cosmopolita, in cui la tecnologia, tanto per cominciare, ci avvolge completamente e ci permette di fare cose che pochi anni fa, non si sarebbero nemmeno potute immaginare.
Le comunicazioni poi, ci permettono di arrivare in qualunque angolo nascosto del pianeta e, le istituzioni, ci insegnano ad amare questo stesso pianeta, a scoprire cosa ha da offrirci, e ci spingono a sperimentare, a progettare il nostro futuro seguendo un percorso dettato dalla nostra volontà, in cui ogni giorno è una scoperta, un privilegio di cui poter usufruire.
E nelle istituzioni, prima di tutte, viene la scuola, che fin da piccoli ci accompagna in questo cammino e che, io stessa, mi azzardo a definire come l’ ente più elevato, poiché è volta a nient’ altro che al nostro aiuto.
La scuola offre infatti saperi oggettivi, che sta al soggetto elaborare secondo le proprie capacità.
Essa dà importanza ai nostri progetti per il futuro, ai nostri pensieri, al nostro diritto di conoscere il mondo e di poterlo studiare.
La scuola ci dà la possibilità di rimanere affascinati dai mille aspetti della vita e soprattutto, ci insegna a viverla e a preservarla.
Non credo si possano quindi dare suggerimenti, poiché essa non è semplicemente scuola di insegnamenti, ma maestra di vita, di cui tutti dovremo comprendere il valore.

Alessandra Paio, 5Asa, 2014/15
Simulazione prima prova – Tema di carattere generale

Articolo precedente
Lascia un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...